Un meraviglioso ritratto per la Principessa Sissi

articolo di Michele Sergio

Nelle storiche sale dorate del Gambrinus sono esposti molti dipinti della scuola di Posillipo di fine ‘800. Fu l’imprenditore Mariano Vacca che, rilevata la gestione del Caffè nel 1890, chiamò i migliori pittori e scultori napoletani (e non) dell’epoca per rinnovare il suo locale. Il risultato fu la realizzazione di una magnifica pinacoteca con oltre 50 dipinti di ispirazione liberty.

In questi quadri sono raffigurati volti e paesaggi della nostra terra: dagli scugnizzi napoletani (bambini di strada senza educazione) alle belle donne popolane, dalle vedute del golfo di Napoli alle scene bucoliche della campagna campana.

Tra i dipinti più belli, però, va ricordato Piazza Vittoria di Edoardo Matania che in questa sua opera ritrasse l’Imperatrice Elisabetta Di Baviera, meglio conosciuta come la Principessa Sissi, che nel 1890 si recò a Napoli per visitare le bellezze della nostra città  e in quell’occasione si recò anche al Gran Caffè Gambrinus per assaggiare il gelato al gusto di violetta. Ancora oggi è possibile gustare questo gelato perché lo storico Locale napoletano lo ripropone per turisti e avventori.

Tornando al dipinto in pochi riescono a riconoscere via Caracciolo (che fa da sfondo a Sissi). La Principessa è ritratta in questo quadro mentre passeggia per il lungomare con tanto di ombrello per proteggersi dai raggi del sole. Nel 1890 via Caracciolo era, infatti, molto differente da quella del nostro tempo: dove oggi possiamo osservare la strada in quell’epoca c’era la spiaggia (Riviera di Chiaja) e dove oggi ci sono le automobili allora vi circolavano soltanto carrozze e cavalli.

Ciò che piace di questo dipinto non è solo il ricordo di un’epoca che non c’è più ma colpisce soprattutto il vedere quanti e quali illustri personaggi abbiano amato ed apprezzato la nostra città .