Il torrone del Conte Dracula

articolo di Michele Sergio

La nostra città  è un museo a cielo aperto ricca di tesori nascosti e di bellezze poco conosciute. La maggior parte dei napoletani, però, la conosce poco e ancora meno le sue storie e le sue leggende.

Capita spesso anche a me, nonostante ami la mia città , di rimanere sorpreso dalle tante cose che si possono apprendere a/su Napoli giorno dopo giorno.

La settimana scorsa appena ho, per esempio, appreso una notizia che mi ha stupito: un gruppo di storici dell’Università  di Tallinn in Estonia, dopo molti anni di ricerche, ha affermato che la tomba del Conte Vlad Tepes di Valacchia, meglio conosciuto come il conte Dracula o Vlad III l’impalatore, probabilmente, si trovi in Santa Maria la Nova in Napoli ed esattamente nel chiostro piccolo monumentale.

Indipendentemente dalla discutibilità  del celeberrimo personaggio, la notizia è per me stata la conferma ennesima di quanto Napoli celi ancora tanti misteri e costituisca una fucina inesauribile di storie interessanti.

Il caso ha voluto poi, che proprio quest’anno ricorra il 550esimo anniversario della morte del conte Dracula (dicembre 1476); è così che ho pensato di realizzare un torrone speciale in occasione della ricorrenza dei morti del 2 novembre, IL TORRONE DEL CONTE DRACULA!  

Non poteva che essere rosso questo torrone come il sangue delle vittime del più Vampiro per eccellenza.

Scherzi a parte si tratta di una gustosissima ed originale variante del celebre torrone, il dolce protagonista dei primi giorni di novembre (mandorle di prima scelta ed finissimo cioccolato fondente), con un cuore rosso sangue.

Dolcetto e scherzetto?

Happy Halloween 2016